Luigi Leone Chiapparino

Pubblicato da UDU il

luigi chiapparino cnsu udu perugia 2019

Luigi Leone Chiapparino

Sono Luigi Leone Chiapparino, iscritto al terzo anno di Giurisprudenza all’Università degli Studi di Perugia.
Sono stato rappresentante d’istituto eletto al Liceo classico Annibale Mariotti di Perugia dal 2014 al 2016,  coordinatore provinciale di Altrascuola Rete degli Studenti Medi Perugia e coordinatore regionale di Altrascuola Rete degli Studenti Medi Umbria. 
Mi candido al CNSU perché ritengo fondamentale dare voce e spazio alla nostra generazione e portare la formazione e l’università al centro del dibattito pubblico Italiano.
Tanti sono i problemi del nostro paese la cui soluzione risiede proprio in questo settore chiave, troppo spesso trascurato. Ritengo  che la lotta alle diseguaglianze causate dalla economica cominci proprio dall’accessibilità dell’istruzione e della formazione che deve ambire a diventare quell’ascensore sociale che in Italia è fermo da troppo tempo; l’Università deve essere lo strumento attraverso cui determinare l’aspetto del nostro paese tra vent’anni e per fare questo ha bisogno di investimenti, sulla ricerca il diritto allo studio e la qualità. Ma non credo che tutto questo possa avvenire per conto suo: credo che per ottenere questo ruolo il mondo della formazione si debba organizzare; gli studenti, come grande vero motore del cambiamento del paese, si devono organizzare e devono sfruttare al meglio gli spazi di rappresentanza che esistono come fa chi, giorno dopo giorno, nei dipartimenti, nei corsi di laurea, nei senati accademici e in tutti gli altri spazi di rappresentanza, lotta per strappare qualcosa in più per tutti gli studenti, per dare una voce politica ad una generazione da troppo tempo imbavagliata.  Questo è il proposito dell’Unione degli Universitari, il proposito che in anni di partecipazione ho fatto mio, quello che ci permette di andare, insieme, sempre avanti.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *